Spal, Semplici: “Siamo stati impeccabili, Juve non al top”

191

È iniziata una nuova settimana di lavoro in casa Spal. Nonostante lo sguardo rivolto al finale di stagione in cerca della salvezza, negli occhi degli estensi resta l’impresa di sabato contro la capolista Juventus, costretta a rinviare la festa per il titolo: “Dovevamo essere impeccabili, contro una Juventus in grande spolvero ci voleva una grande prestazione. Ora andiamo avanti pensando di poter ottenere il nostro obiettivo, anche se è ancora lunga – spiega il tecnico Leonardo Semplici ai microfoni di Radio anch’io Sport su Rai Radio 1 – se leggo la formazione della Juve, vedo nove nazionali, più Bernardeschi che è entrato. Sono giocatori che è difficile battere. La formazione non era composta da ragazzi ingenui o esordienti, la Spal ha fatto una grande prestazione e non ci siamo accontentati nemmeno del pareggio. Non mi sembra la prima volta che una piccola batta una grande, quando succede la grande non è al top ma questo è successo e succederà di nuovo”. Semplici poi parla della sua carriera e della volontà di fare un salto importante per lottare su fronti diversi: “Da parte mia c’è l’ambizione di migliorarmi, mi auguro di avere più in là questa esperienza. Ma il mio futuro parte dal presente: sono concentratissimo su una salvezza che per noi sarebbe un secondo scudetto”. Per la Spal, dopo l’impresa contro la Juventus, il finale di campionato sarà rivolto interamente verso una lotta per la salvezza ancora tutta da scrivere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here