Calenda:”Rispetto per risultati Referendum”

117

“La Costituzione è degli italiani che hanno fatto la loro scelta. Va rispettata. Punto. Il No è stato tuttavia consistente. E chiede una rappresentanza politica”. Lo scrive su Twitter Carlo Calenda, leader di Azione. “Su regionali – aggiunge – felice per Eugenio Giani e molto dispiaciuto per Ivan Scalfarotto che ha fatto una battaglia coraggiosa”. Tornando sul referendum, in un successivo tweet, Calenda si dice convinto “che quel 30% non sia un blocco unitario, così come altri che hanno votato Sì e che non si riconoscono nel populismo. Ma ritengo che questo referendum creerà molte più spaccature di quelle che oggi vediamo e che la ricerca di una rappresentanza ci sia e sia molto forte”