Torrefazione Cellini investe 4 milioni per la capsule compostabili

429

Il gruppo Ekaf Cellini ha stanziato 4 milioni per il biennio 2020-2021 per una nuova linea di capsule compostabili per il caffè Cellini e ci saranno assunzioni. Il gruppo Ekaf Cellini è passato da un fatturato di 38 milioni nel 2018 a 40,5 milioni nel 2019. L’aumento di fatturato di circa il 7% corrisponde a una crescita in volumi di oltre il 13%. In particolare, rispetto al 2018, si è registrata una crescita a volumi nel settore del monoporzionato (comprendente cialde, capsule compatibili nei diversi sistemi) di oltre il 22% e una crescita nelle referenze in grani di oltre il 13%. Nel 2019 i mercati esteri hanno assorbito circa il 60% dei volumi totali. Lo stabilimento Cellini di Genova Bolzaneto lavora ogni giorno 25 tonnellate di caffè. I principali paesi di provenienza del caffè sono Brasile, Honduras, Costarica, Colombia, Guatemala, Etiopia, India, Vietnam. Intanto, insieme alla crescita del fatturato arrivano anche i riconoscimenti: il caffè Cellini Melodico Intensità 9 è stato riconosciuto come il miglior caffè in capsule dalla rivista dei consumatori Altroconsumo, che ha sottoposto 24 capsule presenti sul mercato a rigorose indagini. Oggetto del test, la valutazione della qualità complessiva, dell’impatto ambientale e della sicurezza alimentare di ciascuna capsula. «Il successo che abbiamo ottenuto nel test di Altroconsumo rappresenta la conferma di quanto per noi la qualità e la soddisfazione dei clienti siano da sempre l’obiettivo principale», afferma Umberto Durante, direttore generale di Ekaf Cellini e responsabile Ricerca e Sviluppo.