Motori: auto elettriche e plug-in, tante novità in cantiere per il 2020

La maggior parte di esse saranno concentrate nella prima metà dell’anno: non mancheranno modelli più classici, come le piccole

282

A batteria, ricaricabili con la spina, a doppio motore: la maggior parte delle auto pronte ad arrivare in commercio nel 2020 – anche e soprattutto in vista delle stringenti normative in materia di emissioni che limitano le emissioni medie del 95% della gamma di ogni costruttore a 95 g/km di CO2 entro il 2020 (il calcolo sulla totalità delle auto vendute slitterà di un anno al 2021) – saranno elettriche o elettrificate.

Ibride, principalmente, ma anche plug in (quelle con la spina) le auto che saranno sfornate dalle fabbriche dei principali costruttori, mentre dal punto di vista della carrozzeria l’ago della bilancia – così come è stato per tutto il 2019 – continuerà a pendere verso la categoria dei suv e dei crossover, tanto apprezzati dai clienti europei per la posizione di guida rialzata, più confortevole in strada, ma anche e soprattutto per la versatilità e la capacità di carico.

La maggior parte di esse saranno concentrate nella prima metà dell’anno. E non mancheranno modelli più classici, come le piccole, sempre molto gettonate nel nostro paese. A gennaio partirà la commercializzazione di Hyundai i10, citycar coreana disponibile solo nella versione 5 porte con una ricca dotazione tecnologica a bordo e declinabile anche nella versione Gpl (da 11mila euro). Sempre ad inizio anno è previsto il debutto di un’altra delle ultracompatte più apprezzate soprattutto nelle grandi città italiane, la Smart (in vendita solo nella versione elettrica da circa 25mila euro) mentre l’offensiva Renault di avvio 2020 parte dalla Zoe, una “quattro metri” elettrica da 34mila euro, ora in una versione dal design aggiornato e con batteria da 52 kWh nelle potenze da 108 e 136 cv. Da gennaio l’ibrido sbarca anche sulla Classe A Mercedes nella versione A250 con doppio motore 1.3 turbo benzina da 160 cv ed elettrico da 102 (circa 42.300 euro il prezzo di attacco), mentre è una doppia offensiva di inizio anno quella che si prepara ad affrontare Ford: la casa dell’Ovale Blu è infatti in arrivo con due novità. Da una parte l’attesissima Puma (che dal passato riprende solo il nome), suv compatto disponibile anche in versione ibrida (da 22.750 euro) e la rinnovata Kuga che si presenta con una gamma di alimentazioni completa che prevede tra le altre cose anche la versione benzina, quella diesel, la mild hybrid e la ricaricabile plug in. Nelle ‘fasce alte’ di mercato l’anno si aprirà, con il debutto della Aston Martin DBX, primo suv della casa inglese (da 199.500 euro), della Porsche Taycan, primo modello full electric della casa (da circa 111mila euro), con la DS 3 Crossback E-Tense ((elettrica, 320 km di autonomia dichiarata e prezzi da 39.600 euro) e la sportiva A5, completamente rinnovata nello stile e già ordinabile anche nella versione ibrida.

(ansa.it)