“Troppe volte nella storia italiana si è ridotto tutto ai nomi e poco alle scelte politiche, invece ora per l’Italia è tempo delle scelte. Se pensate solo a un anno fa, questo Paese discuteva addirittura per colpa della destra nazionalista se si doveva uscire o restare nell’Euro. Oggi guidiamo l’innovazione europea, abbiamo conquistato centinaia di miliardi per gli italiani. Ora il vero tema non sono i nomi ma come questi soldi vengono spesi bene”. Così il presidente della Regione Lazio e segretario del Pd Nicola Zingaretti intervistato da Fabio Fazio a Che tempo che fa su Rai3 su un possibile rimpasto di governo. “Sulla questione di chi fa il ministro, questo è un tema del presidente del Consiglio, del presidente della Repubblica – aggiunge -. Io quello che sto facendo è anche troppo. Ho scelto di fare il segretario del Pd perché avevo paura 2 anni fa che questa grande forza politica venisse meno, che fosse inutile, e dopo 2 anni il Pd è la principale forza politica che tiene in vita un’alternativa alle destre, quindi io gran parte del mio lavoro l’ho fatto ma sto benissimo dove sto”.