Spagna, i rider diventano lavoratori dipendenti

Si tratta del primo paese dell'Unione Europea a legiferare in materia

88

Il governo spagnolo e le parti sociali hanno raggiunto un accordo per introdurre nel codice del lavoro una “presunzione di lavoro salariato” per i rider che consegnano pasti a domicilio per piattaforme come Deliveroo o UberEats. Lo ha annunciato il ministero del Lavoro iberico. Queste persone “ora sono dipendenti e potranno beneficiare di tutte le tutele” derivanti da questo status, ha annunciato la ministra del Lavoro Yolanda Diaz, sottolineando che la Spagna è stata “il primo Paese Ue a legiferare in materia”. Il testo giuridico finale, riporta El Pais, è costituito da una pagina con un solo articolo.
Per arrivarci sono stati necessari cinque mesi di negoziati. La prima sezione obbliga le aziende a fornire informazioni ai comitati aziendali su “algoritmi e sistemi di intelligenza artificiale” che influenzano le condizioni di lavoro. La seconda stabilisce che i distributori siano salariati delle piattaforme e non lavoratori autonomi. La nuova legge avrà un periodo di transizione di tre mesi per essere applicata. Questo darà tempo alle aziende interessate di adattarsi alla nuova situazione.