Salvini indagato per sequestro di persona: “Non cambio idea”

276

“Mi è arrivata la notizia dell’iscrizione a giudizio per un altro sequestro di persona che avrei commesso dal 24 al 30 gennaio scorsi, questa volta a Siracusa”. È lo stesso ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a dare la notizia nella conferenza stampa che ha tenuto al termine della visita alla Prefettura di Monza. “Sono nuovamente indagato, ma ribadisco che fino a che faccio il ministro dell’Interno i colleghi ministri possono dire quello che vogliono, ma i porti italiani sono e rimangono chiusi e in Italia si arriva solo se si ha il permesso di arrivare. I trafficanti di esseri umani che usano il loro business per compare armi e droga, finché faccio il ministro dell’Interno in Italia non ci arrivano e quindi possono aprire altri 18 procedimenti penali nei miei confronti, non cambio idea e non cambio atteggiamento”. Salvini poi lancia una stoccata anche all’altro vice premier: “Rispetto il lavoro del collega Di Maio che si occupa di lavoro e sviluppo economico e non mi permetto di dargli lezioni sulle crisi aziendali che sono ferme sul suo tavolo, chiedo altrettanto rispetto su problemi di difesa dei confini e gestione della sicurezza. Di questo mi occupo io. Credo di aver fatto bene in questi dieci mesi, se a qualcuno dei miei colleghi di governo non va bene non ha che da dirlo, con la differenza che io ci metto la faccia e rischio personalmente. Ogni consiglio è benvenuto la ognuno faccia il su”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here