Salvini conferma: il 20 agosto sfiducia a Conte

277

Occhi puntati, inevitabilmente, a martedi’ prossimo 20 agosto, alle 15, quando il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nell’Aula di palazzo Madama, svolgera’ le sue comunicazioni in merito alla crisi politica. Una data cerchiata in rosso dal vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che si dice convinto di sfiduciare quel giorno il capo dell’esecutivo e che rilancia l’ipotesi di procedere subito con la riduzione del numero dei parlamentari, attuando la riforma nella prossima legislatura. “Non vorrei che qualcuno tirasse a perdere tempo”, ha detto il titolare del Viminale a Rtl 102.5 L’idea, pero’, di congelare – diciamo cosi’ – una legge costituzionale, pare abbia provocato non poche perplessita’ in Sergio Mattarella. Tutti guardano proprio a lui, al capo dello Stato, per la gestione di una situazione dagli esiti ancora imprevedibili e il cui percorso potrebbe diventare virtuoso, come dimostra l’inedita maggioranza tra Movimento cinque stelle, Partito democratico e Liberi e uguali formatasi ieri sul calendario dei lavori di palazzo Madama.