Milleproroghe, emendamento sull’ok alla cannabis light

Una trentina di deputati di M5s, Pd, Leu e +Europa ne chiedono la liberalizzazione

234

Con un emendamento al Milleproroghe, una trentina di deputati di M5s, Pd, Leu e +Europa chiedono la liberalizzazione della cannabis light. Primo firmatario è Riccardo Magi di +E. All’elenco dei prodotti che si possono ottenere dalla coltivazione della canapa e che possono essere commercializzati, i deputati chiedono di aggiungere i “preparati contenenti cannabidiolo (CBD) il cui contenuto di tetraidrocannabinolo (THC) non sia superiore allo 0,5 per cento per qualsiasi uso derivanti da infiorescenze fresche ed essiccate e oli”.

Al vertice di maggioranza a Palazzo Chigi, al tavolo con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede hanno partecipato i rappresentanti dei partiti di maggioranza: per il Pd Andrea Giorgis, Walter Verini, Franco Mirabelli e Alfredo Bazoli, per Iv Maria Elena Boschi e Lucia Annibali, per Leu Pietro Grasso e Federico Conte, per il M5s il sottosegretario alla Giustizia Vittorio Ferraresi, i senatori Arnaldo Lomuti e Grazia D’Angelo e il deputato Devis Dori.