Illeciti nella Pubblica amministrazione, record al Sud

E' quanto emerge dal IV rapporto annuale sul whistleblowing dell'Anac: Sicilia fanalino di coda

176

Oltre due segnalazioni di illeciti al giorno nella Pubblica amministrazione, in particolare per irregolarità negli appalti, con un trend in crescita, soprattutto al Sud. E’ quanto emerge dal IV rapporto annuale sul whistleblowing dell’Anac analizzato dal Centro Pio La Torre e diffuso oggi. Nel 2019 sono aumentate le segnalazioni dal Sud e dalle isole (dal 41,3 per cento del 2018 al 51,7 al 30 giugno), in flessione il Centro (da 22,9 a 20,1) e il Nord (da 32,1 a 26 per cento). L’82 per cento delle segnalazioni arriva tramite l’app protetta lanciata da Anac a febbraio 2018, le altre per posta cartacea.

Le irregolarità denunciate a Palermo riguardano la gestione nei servizi cimiteriali; abusi edilizi; presunte fattispecie corruttive riguardanti il personale; fatti illeciti riguardanti l’Ufficio Sport; presunte tangenti per contributi nel Centro Storico; irregolarità nel concorso per Dirigenti e nelle Dichiarazioni Inizio Attività (DIA); irregolarità nella gestione dei servizi di welfare aziendale e nella messa in sicurezza verde pubblico e anomalie di carattere organizzativo nella gestione del Polo Tecnico.