Il Governo Conte-bis ha giurato

Tradizionale cerimonia al cospetto del presidente Mattarella

191

Il governo Conte bis ha giurato questa mattina alle 10 al Quirinale, nelle mani del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Dopo il giuramento, il premier Giuseppe Conte e i ministri si sono trasferiti a Palazzo Chigi, per il primo Cdm, che è durato meno di un’ora. In cima agli adempimenti la nomina del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, con attribuzione della delega.

L’avventura dell’esecutivo è cominciata senza il tradizionale ‘passaggio di consegne’ a palazzo Chigi, suggellato, in caso di cambio di governo, dallo scambio della campanella dalle mani del premier uscente a quelle del premier che si va a insediare. E’ toccato così al segretario generale della presidenza del Consiglio Roberto Chieppa, consegnare a Conte la campanella con la quale il presidente del consiglio ‘dirige’ le riunioni del governo.

Il giuramento è iniziato questa mattina alle 10. All’arrivo del premier, uno dopo l’altro, i 21 ministri, a partire da quelli senza portafoglio, hanno seguito il presidente del Consiglio. Dopo aver giurato lealtà alla Costituzione nelle mani del Capo dello stato e la firma, i ministri hanno stretto la mano prima a Sergio Mattarella e poi a Conte, visibilmente emozionati. La cerimonia è quindi terminata nel salone delle feste del Quirinale.

L’ultimo a giurare è stato Roberto Speranza, unico esponente governativo di Leu. I ministri sono stati accompagnati al Quirinale dai loro familiari. Sei file di sedie in fondo alla sinistra della sala sono state riservate ai parenti della nuova squadra di governo. Tra loro anche la fidanzata di Luigi Di Maio, la giornalista Virginia Saba, il fratello del leader politico Cinque Stelle e la moglie del ministro Boccia, Nunzia De Girolamo.