Governo, il monito: “Intesa entro lunedì, o sarà crisi”

Salvini, Conte e Di Maio annullano tutti gli impegni, oggi probabile summit

201

Non accenna a fermarsi la polemica politica tra i due alleati di governo e i venti di crisi non si placano. Il vicepremier leghista Matteo Salvini, in un comizio a Sabaudia, ha infatti premuto con decisione l’acceleratore sul ritorno alle urne: “Non mi interessano i rimpasti, se le cose non si possono fare è inutile andare avanti”, ha sottolineato. E in merito alla questione Tav e allo scontro interno, ha aggiunto: “Qualcosa si è rotto negli ultimi mesi”. Al punto che, in un incontro avuto poco prima con il premier Giuseppe Conte, avrebbe posto un ultimatum: “Intesa su un cambio di rotta entro lunedì o sarà crisi”.

In questo clima di caos, scoppiato soprattutto dopo il voto in Senato sulla Tav, Salvini ha quindi deciso di cancellare due comizi in Abruzzo e oggi, prima di andare a Pescara, sarà a Roma per colloqui: si parla di un incontro con Di Maio. Da parte sua, il vicepremier pentastellato ha annullato la riunione dei gruppi M5s in programma per questa sera a Bologna e fonti M5S hanno fatto sapere che Di Maio “non parteciperà all’incontro di Cavriago in programma questa mattina per impegni istituzionali. L’incontro sarà comunque presieduto dal ministro Alfonso Bonafede”. Un’altra cancellazione arriva dal premier che Conte che annulla la conferenza stampa di oggi per fare il punto prima della pausa estiva.