Governo, approvate le misure per la tutela del lavoro e la risoluzione delle crisi aziendali

399

Il Consiglio dei ministri, che si e’ riunito ieri, martedi’ 6 agosto a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale Enzo Moavero Milanesi, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del ministro dello Sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali Luigi Di Maio, ha approvato, salvo intese, un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali. Lo rende noto un comunicato stampa diffuso dalla presidenza del Consiglio dei ministri. Il testo mira, in particolare, a garantire la tutela economica e normativa di alcune categorie di lavoratori particolarmente deboli, come rider, lavoratori con disabilita’, lavoratori socialmente utili (LSU) e di pubblica utilita’ (LPU), precari. Contiene, inoltre, disposizioni per supportare la fase attuativa del reddito di cittadinanza, rimessa all’Inps, e per la disciplina delle assunzioni in Anpal servizi S.p.a.

Il provvedimento reca poi disposizioni per fare fronte ad alcune importanti crisi industriali in corso in vari territori del Paese, al fine di salvaguardare i livelli occupazionali e garantire sostegno al reddito dei lavoratori coinvolti (aree di crisi industriale complessa delle Regioni Sardegna e Sicilia, di Isernia e a tutela di imprese in crisi), disposizioni in materia di Ilva, nonche’ norme volte ad agevolare l’accesso di aziende edili in crisi al fondo salva opere. Infine, il decreto introduce disposizioni in materia di tutela delle attivita’ sociali e assistenziali svolte dall’Associazione italiana alberghi per la gioventu’ in materia di promozione del turismo giovanile, scolastico, sportivo e sociale.