Flop in Umbria, Di Maio si arrende: “L’alleanza con il Pd non ha funzionato”

208

Quello in Umbria «era un esperimento. Non ha funzionato questo esperimento. Tutta la teoria per cui si diceva che se ci fossimo alleati con un’altra forza politica saremmo stati un’alternativa non ha funzionato». Lo ha detto Luigi Di Maio intervistato a Sky Tg24 parlando di «strada impraticabile» per il patto Pd-M5s. Di Maio ha anche detto «che il M5S va meglio quando va da solo», sbarrando dunque la strada ad altre alleanze in vista di nuovi tagliandi elettorali.

E ancora: «Abbiamo bisogno che il governo sia migliorato e innovato». «Sto lavorando affinché questo governo porti a casa il programma nei prossimi tre anni – ha aggiunto il leade pentastellato – e poi si faccia valutare dagli italiani. Il voto arriverà e sarà il momento in cui valutare se abbiamo fatto bene o male».

«Dobbiamo dirci che sia al governo con la Lega o con il Pd, il M5S non ne trae giovamento. Per quanto col Pd ci lavoro meglio che con la Lega, fa male lo stesso», ha continuato Di Maio. Per quel che riguarda il governo, comunque, «siamo alleati perché non abbiamo il 51% e comunque così otteniamo risultati», ha aggiunto.

«L’ultima cosa a cui penso è Salvini». Lo ha detto Luigi Di Maio, a Skytg24, rispondendo a una domanda sul leader della Lega. «Al governo siamo una squadra e si vince e si perde insieme. Per i prossimi mesi però bisognerà dettagliare meglio il programma». Lo ha detto Luigi Di Maio, intervistato da Sky Tg24, commentando il voto in Umbria. «Questo governo è nato quest’estate – ha ricordato – ha mantenuto la promessa sul taglio dei parlamentari e la promessa di evitare l’aumento dell’Iva, ha approvato misure che nei prossimi mesi daranno frutti e miglioreranno la vita degli italiani, ma ora sul programma ci possono essere delle migliorie».