Europee e amministrative, trionfo di Salvini: cala il M5S, sale il Pd

Continua a perdere punti il partito di Silvio Berlusconi, Forza Italia, assestatosi attorno all’8/9%

165

Mancano poche centinaia di sezioni da scrutinare, poi i dati saranno finalmente ufficiali, ma il trend sembra ormai segnato: la Lega è il partito più votato in Italia. Gli ultimi numeri parlano del 34% ampiamente superato per il Carroccio guidato dal ministro dell’interno Matteo Salvini. Crolla invece il Movimento 5 Stelle, che nel giro di un anno, dalle elezioni di marzo 2018, passa dall’essere il primo al terzo partito italiano, con il 17% di preferenze. Ottima performance del Partito Democratico, in netta ripresa rispetto a dodici mesi or sono con il 22.7%, secondo partito in assoluto, mentre continua a perdere punti il partito di Silvio Berlusconi, Forza Italia, assestatosi attorno all’8/9%, (quarto partito in assoluto), con Fratelli d’Italia a completare la top 5. Un risultato pronosticato da tempo, e le ultime vicende riguardanti il Carroccio, a cominciare dalle dimissioni del sottosegretario Armando Siri, non hanno evidentemente inficiato il voto finale degli italiani. Se si sommano i voti ottenuti dai tre partiti di Centrodestra, leggasi Lega al 34, Forza Italia al 9 e Fratelli d’Italia al 6, si ottiene un clamoroso 49%, il che significa che un italiano su due si schiererebbe verso la coalizione di Salvini, Berlusconi e Meloni in un’ipotetica elezioni nazionale: si tornerà a votare a breve?

Le Europee hanno regalato una risposta davvero molto importante e cioè quella dell’aumento dell’affluenza in tutta l’Unione Europea. In Francia rispetto al 2014 si è registrato un bel +4%, mentre in Germania invece alle ore 14.00 si contava una crescita dello stesso regime rispetto all’anno precedente. Incredibile sono i risultati dell’affluenza anche in Spagna dove si sono guadagnati dieci punti rispetto a cinque anni fa con un’affluenza del 34% in più. Numeri importanti arrivano invece dall’Ungheria dove l’affluenza è stata pari al 30.52%, più di quanto accaduto nel 2014. Vedremo poi quali saranno i risultati in giro per tutto il vecchio continente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here