Elezioni Europee: Italia al voto, polemiche tra le parti politiche

173

Vigilia delle elezioni europee. Dopo il voto in Regno Unito, Paesi Bassi e Irlanda oggi 25 maggio le urne sono aperte in Repubblica Ceca (per il secondo giorno), a Malta, in Slovacchia e in Lettonia. In Italia ha invece inizio il silenzio elettorale, ma le frizioni tra gli alleati di Governo hanno tenuto banco fino ad oggi.

Il leader dei 5 Stelle ha rivolto parole dure contro tutti coloro che continuano a parlare di un cambio di Governo dopo le europee sulla base del risultato delle urne. “Non ho mai capito perché le elezioni europee dovrebbero cambiare il Parlamento italiano”, ha affermato Luigi Di Maio.

“M5S ha il 36 per cento del Parlamento italiano, ha la maggioranza assoluta in Consiglio dei ministri e così rimarrà, io non intenzione di parlare di poltrone da lunedì ma di chiedere abbassamento delle tasse per le imprese e per le famiglie, salario minimo orario da realizzare, il decreto Famiglia, la legge sul conflitto di interessi per aiutare gli imprenditori onesti, che sono la maggioranza di questo Paese”.

“Domenica sarà un giorno importante, si voterà per cambiare l’Europa”, è il commento affidato ai social del leader dei 5 Stelle. “Quella di queste settimane è stata una campagna elettorale complessa, a mio avviso condizionata dagli estremismi, dalle provocazioni violente, dalle inchieste di una nuova Tangentopoli che ha coinvolto chiunque, tranne noi”.

“Una campagna condizionata da chi ci ha riportato l’immagine medievale di una donna chiusa in una stanza a pulire, da chi ha minacciato di far cadere il governo ogni giorno, da chi ha attaccato i magistrati nel goffo tentativo di proiettare all’esterno un nemico immaginario, solo perché incapace di cacciare un proprio uomo indagato per corruzione. L’orgoglio e la supponenza, davanti alla verità”.

Che conclude: “Credetemi, domenica 26 maggio la scelta sarà meno difficile di quello che pensate. Perché la realtà è fin troppo limpida stavolta. O il MoVimento 5 Stelle o qualcosa che avete già visto!Siamo persone perbene e siamo orgogliosi di esserlo!”.

“Dopo le elezioni penso che sarà ben difficile ricucire. Con la fine della luna di miele e l’arrivo della campagna elettorale i nodi tra i due partiti agli antipodi sono arrivati al pettine. E sono volati gli stracci”.

Questo il commento della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, secondo cui dopo il voto europeo il Governo è destinato a cadere. A Salvini “non dirò mai di staccare la spina del governo” ma “questa è una cosa che gli possono dire soltanto gli italiani che con queste elezioni daranno un’indicazione sul futuro dell’esecutivo”, “se voteranno Fratelli d’Italia faranno capire che vogliono che il governo vada a casa”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here