Difesa, sui caccia militari F35 Conte è d’accordo sulla rinegoziazione

181

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è «d’accordo sulla rinegoziazione» degli aerei militari F35. Lo affermano fonti di Palazzo Chigi. La questione F35, (Entro il 2020 l’Italia dovrà decidere in via definitiva se acquistare tutti i 90 cacciabombardieri F-35 previsti) che era rimasta sottotraccia nelle ultime settimane, crea maretta nella maggioranza.

In particolare, in ambienti parlamentari M5S ha destato stupore e un certo malessere il retroscena pubblicato oggi dal Corriere. Nell’articolo, relativo al contenuto dei colloqui tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il Segretario di Stato Mike Pompeo nella recente visita a Roma, si riferisce della conferma che vi sarebbe stata da parte del premier nei confronti del capo della diplomazia Usa circa l’intenzione dell’esecutivo di rispettare gli impegni assunti sull’acquisto dei jet militari. A quanto pare dalle ultime indiscrezioni da Palazzo Chigi, non è così.