Di Maio: avanti con salario minimo, aboliremo sfruttamento e schiavitù

217

“L’articolo 36 della Costituzione Italiana dice che ‘Ogni cittadino italiano ha diritto a una paga dignitosa’. E’ un diritto sancito dalla nostra Costituzione che è stato tradito da tutti quelli che hanno governato l’Italia in questi anni, adesso è arrivato il momento di dire basta allo sfruttamento e alla schiavitù delle persone!” lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio, firmando un post sul Blog a del Movimento 5 Stelle. “In questi anni molte persone hanno guadagnato e guadagnano 2-3 euro all’ora, quello non è lavoro, è schiavitù, è sfruttamento! La soluzione si chiama salario minimo orario. È una proposta che questo governo e come MoVimento 5 Stelle stiamo portando avanti con tutte le nostre forze per sancire un diritto, che ogni cittadino debba guadagnare almeno 9 euro lordi all’ora che significa – spiega – arrivare ad uno stipendio minimo di almeno 1200 euro al mese”