Crisi Governo, il Pd: via il veto a Conte ma rimpasto nei ministeri

Ultimo giorno di trattative prima delle consultazioni: spunta l'ipotesi di uno “scambio” tra l'ex premier a Palazzo Chigi e alcuni Ministri chiave al Pd

289

Via il veto su Giuseppe Conte a Palazzo Chigi ma nuovi nomi ai vari ministeri. Potrebbe essere questa la svolta per la trattativa in corso tra Pd e Movimento Cinque Stelle per porre fine alla crisi di governo. Lo rivela Il Sole 24 Ore secondo cui la trattativa si sta sviluppando sullo “scambio” tra Conte a Palazzo Chigi, dunque, e alcuni ministeri chiave al Pd.

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti vorrebbe anche far contento l’ex premier Matteo Renzi inserendo nel governo giallo-rosso, così è stata ribattezzata la possibile nuova coalizione di maggioranza, alcuni nomi vicini all’ex sindaco di Firenze come Ettore Rosato che potrebbe finire dritto dritto alla Difesa e Lorenzo Guerini ai Servizi segreti. Il nodo più grande da sciogliere rimane il destino del capo politico dei cinque stelle Luigi Di Maio mentre rimarrebbero della vecchia compagine dei 5S  Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede e al posto di Danilo Toninelli alle Infrastrutture potrebbe andare un ministro Pd. Ieri al Nazareno dopo un’intesa giornata di lavori, Zingaretti ha ribadito la sua contrarietà ad un “rimpastone” perché serve “discontinuità”.