Coronavirus, il ministro: “Pronti strumenti per i lavoratori”

243

“Sto predisponendo una serie di strumenti a tutela dei lavoratori e delle imprese nelle zone interessate dal coronavirus, dal possibile ampliamento degli ammortizzatori sociali già esistenti ad altre tipologie”. Lo afferma il ministro del lavoro Nunzio a Catalfo al termine del tavolo con le parti sociali che ha avuto luogo oggi al ministero nella sede di via Veneto. Catalfo ha spiegato che il tavolo e di “confronto permanente in modo tale da monitorare l’evoluzione della situazione”. Martedì alle 18 tornerà a riunirsi il tavolo. A chi gli chiede di quali strumenti si tratti Catalfo risponde che si parla dell’utilizzo della cassa integrazione ordinaria o del fondo integrazione salariale e anche della cassa integrazione in deroga “per le aziende con meno di sei dipendenti”. Le forme di tutela riguarderanno anche quei lavoratori, precisa, che non sono residenti ma si recano al lavoro in quelle zone. Per i dipendenti pubblici insieme alla ministra da Adone “domani ci pronunceremo, l’orientamento credo che sia quello della sospensione”, dice la ministra.