Coronavirus, ecco la nuova stretta del Governo: parchi chiusi e stop attività ludiche

219

Chiusi parchi, ville, aree gioco e giardini pubblici. Ok all’attività motoria ma solo vicino casa e nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona. Stop alle attività ludica o ricreativa all’aperto. Chiusi gli esercizi alimentari nelle stazioni feroviarie. Vietati spostamenti verso seconde case nei festivi. Eccola la nuova stretta per il contrasto del Coronavirus decisa dal premier Giuseppe Conte. Le nuove misure sono contenute in un’ordinanza, si sommano alle esistenti e sono valide dal 21 marzo al 25 marzo, quando scade il dpcm che aveva imposto la stretta a tutti gli spostamenti e la chiusura di bar e negozi.

L’articolo 650 del codice penale – quello che introduce le sanzioni per chi viola le misure di contenimento previste dai decreti governativi- «in questo momento è assolutamente insufficiente», servono «sanzioni più efficaci», ha detto il capo della Polizia Franco Gabrielli sottolineando che certi comportamenti da parte dei cittadini sono «ingiuriosi» nei confronti di medici e infermieri che «stanno conducendo una battaglia contro la morte e salvando vite».