Conte ottiene la fiducia anche al Senato, il nuovo Governo può partire

273

Conte bis, votata la fiducia al Senato: sono 169 i sì, 133 i voti contrari e 5 gli astenuti. E sono due i voti in meno rispetto alla fiducia ottenuta sempre al Senato dal primo governo Conte. Stamani alle 10 era iniziata la lunga giornata in attesa del voto dell’Aula per il premier Giuseppe Conte per chiedere la fiducia, dopo il voto di ieri alla Camera dove è andato in scena un duro scontro con la Lega di Matteo Salvini.

La senatrice della Lega Lucia Borgonzoni ha mostrato una maglietta bianca con la scritta «Parliamo di Bibbiano» togliendosi la giacca e rivolgendosi al premier Giuseppe Conte. A lui poco prima aveva chiesto attenzione dicendogli: «Lei è distratto, mi può ascoltare». La presidente Casellati ha chiesto alla senatrice di rimettersi la giacca tra applausi dei leghisti e proteste dei Dem. L’aula è stata sospesa. Poi la seduta dell’Aula del Senato è ripresa e la senatrice leghista Lucia Borgonzoni si è rimessa la giacca, pur tenendo sotto la maglia che la scritta su Bibbiano. il premier Giuseppe Conte, che era uscito dall’aula per pochi minuti, è rientrato. Dalla Lega continuano i cori contro la maggioranza con gli slogan « Bibbiano Bibbiano!» e «Dignità!». «Non avete argomenti», è la replica di qualche senatore del Pd. La senatrice della Lega Lucia Borgonzoni nel suo intervento in Aula al Senato insiste sulla vicenda di Bibbiano seguita dai colleghi del Carroccio che l’hanno accompagnata con il coro ‘dignità dignità. Scontro verbale a distanza e tensioni tra senatori della Lega e del Pd.