Conte: «È il momento di riavviare il motore economico del paese»

Secondo il presidente del Consiglio, «la sfida che ci attende non è meno insidiosa di quella affrontata all'inizio dell'emergenza»

96

E’ arrivato il momento di “riavviare il motore economico e produttivo del Paese”. E’ quanto ha affermato il premier Giuseppe Conte in aula alla Camera per riferire sull’emergenza Covid-19 e sulle riaperture. Per il presidente del Consiglio, “dopo aver superato la fase più acuta dell’emergenza, la sfida” che ci attende “non è meno insidiosa di quella affrontata all’inizio dell’emergenza”.

“Gli italiani – ha detto Conte – hanno pienamente compreso il rischio di un virus insidioso e sconosciuto, hanno condiviso un grande sforzo per contenerlo e mitigarlo. Le misure, tranne alcune eccezioni prontamente sanzionate, sono state ovunque rispettate con disciplina e consapevolezza. Se oggi possiamo dire che il peggio è alle nostre spalle lo dobbiamo ai cittadini, che hanno compiuto sacrifici e modificato le loro abitudini di vita”. Conte ha voluto sottolineare che “forse non tutti avrebbero assunto decisioni così sofferte, tuttavia, dopo 3 mesi esatti dal primo contagio all’ospedale di Codogno, possiamo affermare di aver compiuto la scelta giusta, l’unica in grado di contrastare” il diffondersi del virus “sull’intero territorio nazionale. Oggi sostengo una scelta altrettanto coraggiosa per un rapido ritorno alla normalità”.