Conte accelera sul decreto, studia un piano B antifalchi Ue

207

Fallito per ora l’accordo con i partner europei nella scelta per le misure da mettere in campo per affrontare l’emergenza economica scatenata dalla pandemia il premier Conte mette in atto il piano B. Disporre di risorse economiche in deficit. Lo conferma il ministro Gualtieri alle opposizioni spiegando che il decreto di aprile, che metterà in campo oltre 25 miliardi, sarà finanziato per la gran parte in deficit. Il governo vuole rafforzare i 600 euro ai lavoratori autonomi nel dl Cura Italia.

L’Europa divisa sugli Eurobond prova a trovare un complicato compromesso e si affida alla riunione dell’Eurogruppo della prossima settimana. Rimangono nette le differenze tra i falchi e il ‘Gruppo dei nove’. La stampa tedesca racconta le difficoltà della Merkel e i suoi tentativi di trovare un punto di equilibrio. Molto critico Salvini: ‘se l’Europa è questa è una schifezza’. Sassoli lancia un appello. ‘Ci saremmo aspettati una più forte assunzione di responsabilità. Ora speriamo che si sciolgano le riserve e vengano date risposte”. La banca centrale olandese apre ai Coronabond, prendendo le distanze dal governo.

Sarà finanziato per la gran parte in deficit il decreto di aprile con le misure economiche in tema di coronavirus. In base a quanto si apprende, è quanto avrebbe detto il ministro Roberto Gualtieri alle opposizioni, nel corso della cabina di regia. Nell’incontro, il ministro avrebbe spiegato che, a livello europeo, la partita sugli strumenti comuni da usare per l’emergenza coronavirus è ancora aperta, a parte le risorse derivanti dai fondi europei liberati per l’emergenza coronavirus, che sono già disponibili. Positivo è stato il sostegno unanime emerso nel Consiglio Europeo all’azione della Bce, avrebbe aggiunto il ministro, e l’impegno del governo è quello di varare un intervento adeguato alle esigenze dell’economia. Il ministro avrebbe comunque chiesto alle opposizioni un confronto improntato alla massima responsabilità proprio sul piano della compatibilità finanziaria delle proposte.

Gualtieri avrebbe anche informato le opposizioni che il decreto di aprile conterrà una previsione di oltre 25 miliardi e avrebbe spiegato chenello stesso provvedimento il governo intende includere tutti gli ulteriori necessari interventi di emergenza e sostegno all’economia, facendo quindi intendere che non ce ne saranno altri immediatamente successivi. Con questo stesso decreto si intendono rafforzare i 600 euro dati ai lavoratori autonomi nel decreto Cura Italia.