Confindustria: “La tassa sulle merendine? Non aggredire le imprese”

218

“La tassa sulle merendine ci sembra un cosa anomala, visto che l’Italia e’ un Paese che sull’agroalimentare ha una dimensione rilevante”. Questo il pensiero del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, a margine di una tavola rotonda nell’ambito degli incontri al ‘Cortile di Francesco’ ad Assisi. “Vediamo di non avere effetti collaterali. Le merendine – ha precisato – sono un aspetto importante dell’industria agroalimentare italiana come anche la questione gasolio nell’agricoltura, che si ribalta sui costi dell’agricoltura e agroindustria. Bisognerebbe – ha fatto notare Boccia – tutelare i fondamentali di impresa e non aggredire le imprese dal punto di vista fiscale per fare cassa nel Paese. Abbiamo bisogno di piu’ competitivita’ per costruire lavoro: questo – ha concluso – dovrebbe essere il fine del Paese e del governo”.