Bozza Decreto clima, bonus da 2000 euro per chi rottama fino alla Euro4

Può essere utilizzato per i prossimi cinque anni in abbonamenti al trasporto pubblico locale ma anche per i servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni

171

La bozza del decreto clima. Il Governo è al lavoro per mettere nero su bianco il provvedimento sull’ambiente con l’obiettivo di rendere meno inquinato il nostro Paese. E tra gli emendamenti principali di questa norma un bonus fiscale da 2000 euro per i cittadini che risiedono nelle grandi città e interessate a rottamare le auto fino alla classe Euro 4.  Il bonus può essere utilizzato per i prossimi cinque anni in abbonamenti al trasporto pubblico locale ma anche per i servizi di sharing mobility con veicoli elettrici o a zero emissioni. Ma non solo l’auto in questo decreto. E’ previsto anche uno sconto del 20% sui saponi o alimentari sfusi, privi di confezioni di plastica. Una decisione per favorire l’economia verde: “Al fine di ridurre la produzione di imballaggi – si legge nel decreto riportato dall’Ansa – dal 2020 al 2022 è riconosciuto un contributo pari al 20% del costo di acquisto di prodotti sfusi e alla spina privi di imballaggi primari o secondari“. Lo sconto, anche in questo caso, avviene sotto forma di credito di imposta nel limite di 10 milioni l’anno.

Ma le novità importanti non finiscono qui. Il decreto, infatti, mette nero su bianco anche i tagli dei sussidi inquinanti. “Le spese fiscali dannose per l’ambiente indicate nel Catalogo dei sussidi ambientali dannois sono ridotte pari nella misura pari al 10% annuo a partire dal 2020 sino al loro progressivo annullamento entro il 2040“. Tutto pronto, quindi, per il decreto clima che nelle prossime settimane dovrebbe finire sul tavolo del Consiglio dei ministri. La prima approvazione del testo che poi sarà chiamato a superare lo scoglio del Parlamento ma si tratta di un passaggio formale.