Boato nel governo gialloverde, il sottosegretario M5S accusa Salvini di sessismo

234

L’Italia “vive una pericolosa deriva sessista. Come facciamo a contrastare la violenza sulle donne, se gli insulti alle donne arrivano proprio dalla politica, anzi dai suoi esponenti più importanti?”. Lo dice il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega alle Pari Opportunità, Vincenzo Spadafora, in un’intervista a Repubblica in occasione della presentazione del primo censimento nazionale dei centri antiviolenza, in cui cita il leader leghista Matteo Salvini come esempio di violenza verbale nei confronti delle donne, in particolare con “gli attacchi verbali alla capitana Carola definita criminale, pirata, sbruffoncella. Parole che hanno aperto la scia dell’odio maschilista contro Carola, con insulti dilagati per giorni e giorni sui social”. E sul tema immigrazione, Spadafora sferra un altro attacco all’alleatto: “Le donne migranti sonovittime tra le vittime. E il decreto sicurezza peggiorerà ancora di più la loro condizione di vlunerabilità. Il ministro dell’Interno le sta lasciando senza più supporti, siamo di fronte ad una tragedia che ha la firma della Lega.