ArcelorMittal, Di Maio: “Stato impugnerà atto col quale se ne stanno andando”

Il Ministro degli Esteri: "Abbiamo avviato un contenzioso dove non ha senso inserire lo scudo"

230

“Lo Stato impugnerà l’atto col quale se ne stanno andando, noi quando impugneremo questo atto abbiamo avviato un contenzioso dove non ha senso inserire lo scudo”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a Radio 24. “Non credo che si arriverà al voto sullo scudo, il tema degli alibi poteva valere due mesi fa ma adesso in pieno contenzioso no”, ha aggiunto.  “Se ho cercato di piazzare l’Ilva ai cinesi? No, l’interlocutore dello stato e’ ancora Arcelor Mittal, noi chiediamo che il contratto venga rispettato, se hanno difficoltà ci si siede al tavolo e si trova una soluzione, ma un atto unilaterale non lo possiamo permettere. Se già parliamo di alternative stiamo già consentendo ad Arcelor di andarsene”.