Virus “cinese”, Pechino accusa Trump: «Marchio infamante»

Il tycoon aveva usato l'espressione in un tweet, per imputare al coronavirus i danni alle industrie e al business Usa

218

La Cina accusa Donald Trump di infangare il Paese dopo che il tycoon ha scritto “virus cinese” in un tweet, per imputare al coronavirus i danni alle industrie e al business Usa. In conferenza stampa, il portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang ha detto che la Cina “si oppone con forza” all’uso di quelle parole. Oms e comunità internazionale “sono chiaramente contrari a legare il virus a Paesi e regioni specifici”, ha affermato Geng, notando che tutti si oppongono “alla creazione di un marchio infamante. Gli Usa
dovrebbero prima prendersi cura delle loro questioni”.