Usa-Cina, firmato accordo per il libero scambio

Trump: «Accordo storico». L'accordo di fase 1 sui dazi tra Washington e Pechino per il momento non farà vedere i suoi effetti, le tariffe resteranno inalterate almeno fino a novembre

257

Clima di grande soddisfazione, quasi festoso, durante la cerimonia per la firma dell’accordo tra Usa e Cina sul libero scambio commerciale. “E’ un bel giorno per l’America, per la Cina e per il Mondo intero ha detto il vicepresidente Usa, Mike Pence. “E’ un passo importante, che andava fatto già 25 anni fa. E’ un accordo storico, una pietra miliare” ha chiosato il presidente Donald Trump, tra un sorriso e una battuta con i suoi collaboratori, avvisando anche che in un prossimo futuro vorrà andare in Cina in visita ufficiale. La visita di Trump in Cina dovrebbe avviare i negoziati per la ‘fase 2′ dell’accordo commerciale tra i due paesi. “Molti pensavano che non sarebbe mai accaduto. Insieme – ha continuato Trump alla presenza del vice premier cinese Liu He – stiamo riscrivendo gli errori del passato per offrire un futuro di giustizia economica e di sicurezza per i lavoratori, gli agricoltori e le famiglie americane”.

Un grande ringraziamento del presidente Donald Trump è poi andato al presidente cinese Xi Jinping: “Voglio ringraziare il presidente Xi che ci sta seguendo, un mio grande grande amico. Rappresentiamo due paesi diversi, lui la Cina, io gli Stati Uniti, ma abbiamo sviluppato un grande rapporto. Grazie per la collaborazione”. La firma dell’accordo commerciale di fase 1 tra Cina e Stati Uniti “è buono per la Cina, gli Stati Uniti e per il mondo intero”. Lo scrive il presidente cinese Xi Jinping in una lettera inviata al presidente Usa, Donald Trump e letta dal vice premier Liu Hie che poi ha aggiunto: “E’ un’intesa vantaggiosa per tutti”.

L’accordo di fase 1 sui dazi tra Washington e Pechino per il momento non farà vedere i suoi effetti. Le tariffe resteranno inalterate almeno fino a novembre. “I dazi esistenti saranno rimossi se la fase 2 dell’accordo commerciale con la Cina sarà chiusa”. Lo ha detto il presidente Donald Trump, sottolineando che la fase 2 inizierà a breve. Secondo Trump potrebbe non esserci bisogno di una fase 3 dell’accordo.

(rainews.it)