Il Coronavirus è in Europa, due casi accertati in Francia

313

Due casi di coronavirus confermati in Francia: sono i primi in Europa. Lo annuncia il governo francese. Nella paziente ricoverata a Parma per sospetto caso di coronavirus cinese è emersa la presenza del virus influenzale di tipo B. È l’esito dei primi accertamenti effettuati presso il laboratorio dell’istituto di Igiene dell’Università di Parma su tampone orofaringeo della donna. Si attendono comunque ulteriori accertamenti da parte dei laboratori di riferimento per escludere la presenza di coronavirus. La paziente, ricoverata nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Maggiore, è comunque in buone condizioni di salute. Rientrata qualche giorno fa dalla località cinese epicentro della diffusione del virus, ha accusato lievi sintomi di infezione alle vie respiratorie e, su consiglio del suo medico di base, si è presentata al pronto soccorso del Maggiore.

La donna avrebbe fatto parte a Wuhan del tour dello stesso gruppo di artisti della paziente ricoverata a Bari, ovvero il primo caso sospetto emerso ieri in Italia: ma già oggi il test per verificare se la paziente fosse stata effettivamente contagiata dal coronavirus cinese è risultato negativo. La conferma è arrivata da Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dell’istituto Spallanzani di Roma. La donna seguirà comunque nei prossimi giorni le procedure previste di ulteriori controlli.

In Cina, nel frattempo, sono saliti ad 897 i casi accertati di contagio del nuovo coronavirus nCOV-2019, mentre i morti si sono attestati a quota 26: è l’ultimo bollettino aggiornato alle 22 locali (le 15 in Italia), diffuso dai media cinesi. Tra le quasi 40 province, regioni e municipalità speciali che compongono amministrativamente il Paese, solo il Tibet risulta ancora privo di casi.