Coronavirus, Klm annuncia: fino a duemila licenziamenti

Le misure riguarderanno principalmente i dipendenti a tempo determinato e quelli prossimi alla pensione

230

La compagnia aerea olandese KLM ha annunciato che taglierà fino a 2.000 posti di lavoro per ridurre i costi a fronte dell’impatto della pandemia causata dal nuovo coronavirus. “Nei prossimi mesi taglieremo 1.500-2.000 dei 33mila posti di lavoro – spiega l’ad di KLM Pieter Elbers in un videomessaggio sul sito web dell’azienda – e ridurremo anche l’orario di lavoro dei dipendenti. Dal primo di aprile, i Boeing 747 rimarranno a terra”. Le misure riguarderanno principalmente i dipendenti a tempo determinato e quelli prossimi alla pensione. La compagnia olandese, che si è unita ad Air France nel 2004, aveva previsto un riduzione del numero dei voli del 20% a marzo e del 30% ad aprile, quando aveva sospeso i collegamenti con Cina e Italia. Il mese scorso, il gruppo Air France-KLM ha stimato il costo della pandemia in aprile in 150/200 milioni di euro.