California in fiamme, evacuate 50mila persone

179

Non c’è pace per gli abitanti della California, costretti nuovamente a fronteggiare un nuova emergenza incendi. Sono circa 50 mila le persone costrette dalle fiamme ad abbandonare le loro case in varie zone dello Stato, mentre i vigili del fuoco non riescono ancora a domare i vasti roghi divampati a nord di Los Angeles. Soprannominato Tick Fire, l’incendio ha bruciato circa tremila acri di terreno nella zona di “Agua Dulce”, come scrivono su Twitter i vigili del fuoco di Los Angeles.

Ben 500 i vigili del fuoco impegnati per domare le fiamme, mentre elicotteri e autocisterne stanno trasportando acqua con «buoni progressi». Centinaia di abitanti sono stati fatti evacuare anche dalla contea di Sonoma, nel nord della California nota per la produzione di vino, dove le fiamme sono aumentate rapidamente per la presenza di un forte vento. Quasi 4.500 gli ettari di terreno distrutti, spiega il Dipartimento forestale della California. Costretti ad abbandonare le loro case anche 900 abitanti di Geyserville, a un centinaio di chilometri a nord di San Francisco. Al momento non si registrano feriti.

Circa 40 mila persone sono state evacuate dalle loro case in California a causa degli incendi che stanno bruciando lo stato della West Coast. I pompieri stanno lottando per contenere le fiamme divampate sia nel nord che nel sud, ma il timore è che la situazione peggiori ancora nel fine settimana a causa dei venti forti. Ieri quasi 180 mila case sono rimaste senza energia elettrica dopo che la Pacific Gas & Electric ha interrotto l’alimentazione in 15 contee. Nella notte è stata poi ripristinata la corrente in circa il 93% delle case.