Bancarotta Thomas Cook, 600mila turisti bloccati in Gran Bretagna

199

Thomas Cook ha dichiarato bancarotta e ora le autorita’ dovranno organizzare il rimpatrio di 600mila turisti nel mondo. Il colosso britannico dei viaggi non ce l’ha fatta a mettere in piedi un accordo di salvataggio che riuscisse ad evitarle il fallimento. E’ cosi’ scattata quella che i media britannici hanno definito “la maggiore operazione di rimpatrio mai fatta in tempo di pace”. Il piano per riportare a casa dall’estero circa 165 mila vacanzieri e’ noto col nome in codice ‘Projetc Matterhorn’ ed e’ guidato dall’autorita’ per l’aviazione civile. L’azienda, con alle spalle 178 anni di storia, non e’ riuscita a a raccogliere gli ulteriori finanziamenti per 200 milioni di sterline, che servivano per evitare il collasso. “Il board delle compagnia – si legge in una nota – non ha avuto altra scelta che avviare i passi necessari per entrare in bancarotta con effetto immediato”.