Meteo, si cambia ancora: in arrivo neve in quota e calo delle temperature

La "primavera anticipata" sta per finire: non sono da escludere episodi nevosi anche a fine mese o a marzo

270

Dopo il sole delle ultime settimane nei prossimi giorni si cambia e le montagne torneranno a essere imbiancate. Cambio di rotta a partire già da questa settimana con l’ingresso di fronti più instabili e perturbati in discesa dal Nord Europa: ciò provocherà le prime nevicate su Valle d’Aosta, Lombardia e Alto Adige, con fiocchi che scenderanno fin verso i 1.200 metri di quota.

Peggioramento in arrivo poi sulle Regioni del Centro, con “temporali e nevicate sugli Appennini fin sotto i 1.200 metri tra Marche, Abruzzo e Lazio. Anche qui sono attesi solo pochi centimetri, sufficienti per imbiancare le nostre montagne. Col passare delle ore la neve interesserà anche i rilievi di Basilicata e Calabria, a quote tuttavia ben più elevate (1.400/1.600 metri)”.

Dando uno sguardo alle prossime settimane, aggiungono gli esperti, “non sono da escludere episodi nevosi anche a fine mese o a marzo, quando statisticamente si contano almeno una o due ondate di gelo tardivo in grado di portare la neve fino a quote molto basse, specie al Centro-Nord”. Ma molto dipenderà dal vortice polare che, proprio sul finire della stagione, “potrebbe letteralmente andare in pezzi a causa del riscaldamento stratosferico”.