È inverno: pioggia e neve al centronord, poi al sud

287

Pioggia e neve, finalmente l’inverno torna a fare l’inverno, anche se si spera senza eccessivi picchi verso il basso delle temperature visto che l’insolito clima mite ha spinto molte specie ad anticipare gemmazione o fioritura. Secondo le previsioni meteo, arriva insomma il maltempo sull’Italia per un vortice ciclonico di passaggio tra lunedì e martedì che porterà pioggia abbondante, dopo ben due mesi di precipitazioni assenti, temperature in ribasso e neve su Alpi, Prealpi e Appennino. In Liguria, che a lungo ha goduto di giornate soleggiate, è prevista l’allerta gialla da domani.

L’inverno dunque si riprende la scena e il tempo torna a farsi dinamico anche sull’Italia, con un peggioramento climatico in arrivo tra lunedì e martedì proprio sul cuore del nostro Paese, conferma 3bmeteo.com. «Sono attese le prime vere piogge significative dopo oltre due mesi di latitanza, anche abbondanti in particolare al Nord e sulle regioni tirreniche – spiega il metereologo Edoardo Ferrara – dove si potranno superare picchi locali di 80-100 mm, in particolare su Liguria, alta Toscana e a ridosso delle Prealpi».

«Non mancheranno anche locali manifestazioni temporalesche – prosegue Ferrara – mentre la neve scenderà finalmente copiosa sulle nostre Alpi e Prealpi in genere dai 900-1300 metri, ma con quota in calo entro martedì. Attesi accumuli complessivi anche di oltre mezzo metro dai 1500-1700 metri di quota. Neve che non mancherà di interessare anche l’Appennino, soprattutto centro-settentrionale, inizialmente solo a quote elevate, ma poi fin sotto i 1000-1200 metri sempre martedì. Le temperature subiranno un progressivo calo dapprima al Nord, poi al Centrosud. Il tutto sarà accompagnato da venti anche di burrasca dapprima di Libeccio e Scirocco, poi Ponente e Maestrale con raffiche di oltre 70-80km/h al Centrosud, mari agitati e possibili difficoltà nei collegamenti con le Isole minori». Sono previste piogge anche nei giorni successivi.