Whirlpool Napoli, lavoratori in corteo: «Resistere o morire». Prosegue lo sciopero

272

Manifestazione dei lavoratori dello stabilimento Whirlpool di Napoli ieri mattina in via Argine, all’esterno della fabbrica. Il corteo è coinciso con l’ora di sciopero proclamata dalle 12 alle 13 e ha rappresentato l’occasione per la proclamazione di un nuovo sciopero per domani, stavolta di 24 ore, «così da poter permettere la partecipazione in massa dei lavoratori all’incontro che si terrà al Mise alle ore 16», fa sapere la Rsu.

«I lavoratori Whirlpool Napoli – si legge in un comunicato – non si sono mai arresi, hanno sempre dimostrato di tenere a cuore le sorti e il futuro del sito produttivo di Napoli. Vogliamo una risoluzione della vertenza, chiediamo il rispetto di tutti i lavoratori e pretendiamo il rispetto dell’accordo in essere. Resistere o morire vale anche per noi, 420 lavoratori, 420 famiglie, un Sud che non si arrende, una città che resiste. Napoli non molla», conclude il comunicato sindacale.