Whirlpool Napoli, Furlan: “Inammissibile e vergognoso”

La segretaria generale Cisl: "I dati di mercato ci dicono che quel settore non è per niente in crisi"

58

“Venerdì ci incontreremo col presidente, noi abbiamo chiesto di intervenire in modo molto forte sull’azienda anche utilizzando la sua capacità nei rapporti e nelle relazioni internazionali. E’ una cosa inammissibile e vergognosa quello che sta succedendo. I dati di mercato ci dicono che quel settore non è per niente in crisi”. Lo ha detto Annamaria Furlan, segretario generale Cisl, ospite di Agorà su Rai3, sulla vicenda Whirlpool Napoli.

“E’ un’azienda – ha continuato – che nel passato ha già preso risorse dello Stato italiano quindi noi chiediamo un intervento fortissimo del governo perchè è assolutamente necessario. Ci vogliono regole, ma nel frattempo non possiamo accettare che Whirlpool, dopo tutto quello che ha preso nel nostro paese, decida che a Napoli mettiamo sulla strada 400 famiglie. Il tema del timore di perdere il posto di lavoro e sul futuro di tanti lavoratori e delle loro famiglie è quello che ci ha determinato a insistere con il governo: sarebbe sbagliato in questo momento dare l’impressione che dal primo febbraio si possa licenziare. Un messaggio che socialmente può diventare pericoloso”, ha concluso.