Videobank, terrore licenziamenti tra i giornalisti di Sky e Mediaset

205

“Si è tenuto un presidio dei lavoratori di Videobank indetto dalle segreterie nazionali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil davanti all’ingresso principale di Sky a Santa Giulia per protestare contro i licenziamenti e contro la precarizzazione del lavoro. Il direttore di Skytg24 De Bellis invitato dai lavoratori ad incontrarsi ha declinato l’invito e, tanto meno, la testata ha ritenuto corretto dare informazione circa la protesta in atto e il grave impatto sociale provocato da Sky”. Lo riferisce la Slc-Cgil in una nota. “Per ironia della sorte nel corso del presidio la delegazione dei lavoratori di Dng, intervenuti in solidarietà verso i colleghi di Videobank, ha ricevuto la notizia che sono state avviate le procedure per il licenziamento di tutto il personale a causa del mancato accordo commerciale col committente Mediaset. Anche in questo caso si delinea un disegno di destrutturazione e precarizzazione del lavoro. Ciò conferma che la lotta deve continuare e intensificarsi”.