Scuola, in arrivo nuovi concorsi del Miur per 70mila docenti

Le selezioni pubbliche saranno rivolte a candidati abilitati e non abilitati, precari con 3 anni di insegnamento e laureati. Pubblicate le bozze dei bandi

394

In arrivo nuovi concorsi Miur per lavorare nella Scuola. Il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca aprirà nuovi bandi di concorso per Insegnanti, che porteranno circa 70mila assunzioni nelle scuole secondarie di primo e secondo grado, primarie e per l’infanzia. Le selezioni pubbliche saranno rivolte a candidati abilitati e non abilitati, precari con 3 anni di insegnamento e laureati.  Le bozze dei bandi sono state pubblicate.

E’ stata pubblicata, infatti, sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.303 del 28-12-2019, la Legge 20 dicembre 2019, n. 159 di conversione, con modificazioni, del Decreto Legge 29 ottobre 2019, n. 126 recante ‘Misure di straordinaria necessità ed urgenza in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti‘.

Il provvedimento, entrato in vigore il 29 dicembre, fa seguito all’accordo siglato, ad ottobre scorso, dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca con le organizzazioni sindacali per la stabilizzazione di 24mila Insegnanti precari. L’intesa, sottoscritta il 1° ottobre dal Ministero e dai segretari generali dei sindacati rappresentativi per il comparto Istruzione e ricerca, FLC CGL, CISL FSUR, Fed. UIL Scuola RUA, SNALS CONFSAL e Fed GILDA UNAMS, prevedeva infatti nuove misure per il reclutamento dei Docenti, che dovrebbero essere immessi in ruolo già a partire dal 1° settembre 2020, e nuovi concorsi Miur per le assunzioni nella Scuola.

Nello specifico saranno pubblicati 2 bandi per Docenti, per la copertura dei circa 50mila posti di lavoro nella Scuola secondaria. Si tratta di un concorso straordinario e abilitante, che dovrebbe uscire entro febbraio 2020, rivolto a chi ha maturato 3 anni di insegnamento, che porterà a 24mila assunzioni, e di un concorso ordinario per laureati, che dovrebbe essere finalizzato ad altri 24mila inserimenti. Un altro concorso sarà bandito per insegnare nelle scuole d’infanzia e primarie.