Sciopero Lufthansa, cancellati 1300 voli in due giorni

Rimasti a terra oltre 180mila passeggeri: il sindacato ha deciso di proseguire con le agitazioni a causa del "persistente rifiuto di negoziare"

36

Un massiccio sciopero del personale di volo ha costretto la compagnia aerea Lufthansa a cancellare 1.300 voli in due giorni per un totale di 180.000 passeggeri. Lo sciopero, proclamato dal sindacato Ufo, è iniziato giovedì alle 23.00 e proseguirà fino alle 23 di oggi. Prevista la sospensione di 700 voli e altre 600 cancellazioni, come comunica Lufthansa, sono in programma per domani. A Francoforte, il più grande aeroporto del Paese, fa sapere un portavoce, la situazione è calma e i passeggeri dei voli cancellati sono già stati informati tempestivamente di non recarsi all’aeroporto. La scorsa domenica l’Ufo aveva già organizzato uno sciopero in 4 controllate di Lufthansa, che aveva portato alla soppressione di centinaia di voli. In quell’occasione la compagnia non era stata presa di mira. Lufthansa aveva concordato un aumento salariale del 2%, superiore a quello richiesto dall’Ufo. Tuttavia il sindacato ha deciso di proseguire con le agitazioni a causa del “persistente rifiuto di Lufthansa di negoziare” sulle altre questioni sul tappeto.