Pulizie nelle scuole, sciopero dei sindacati in tutta Italia

43

A un mese e mezzo dall’avvio dell’internalizzazione del servizio di pulizia e decoro scolastico, previsto dal primo gennaio 2020, i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltrasporti accendono nuovamente i riflettori sulla vertenza dei 16mila ex Lsu e appalti storici che “rischia di trasformarsi in una vera emergenza sociale”. Le tre sigle dal 19 al 22 novembre hanno indetto la mobilitazione, organizzata a livello territoriale, con presidi e mobilitazioni in tutta Italia. Martedi’ 19 novembre alle ore 12 presso la sede della Cgil in Corso d’Italia, i sindacati hanno organizzato una conferenza stampa che registrera’ la partecipazione di una rappresentanza di lavoratori che raccontera’ le difficolta’ di questa fase. “A fronte di 16mila addetti ex Lsu e appalti storici attualmente impiegati nel servizio, il decreto ministeriale, non ancora pubblicato, dovrebbe portare alla stabilizzazione di circa 11 mila addetti, ma anche al licenziamento di oltre 5 mila lavoratrici e lavoratori. Il risparmio, vantato di 170 milioni comporterebbe il taglio di posti lavoro e reddito”, sottolineano i sindacati.