Piano assunzioni Autostrade: tra i mille posti una quota riservata ai diplomati

304

Assunzioni in arrivo da Autostrade con 1.000 posti riservati anche a diplomati: è quanto previsto dal nuovo piano della società che gestisce gran parte della rete autostradale del nostro Paese. Molte sono state le polemiche in merito al revoca della concessione delle autostrade al gruppo (proprio oggi si parla della possibile scissione di Aspi). Le 1.000 assunzioni rientrano nel piano strategico per il 2020-2023 approvato qualche giorno fa dal Consiglio di Amministrazione e che garantirebbe nuove entrate tra diplomati e laureati anche e soprattutto per l’ammodernamento della rete. Per il piano si prevede una spesa 7,5 miliardi di euro ripartiti tra nuovi investimenti e manutenzione. In attesa che abbiano inizio le selezioni per i 1.000 posti previsti dal piano, vediamo come candidarsi e quali saranno le figure professionali richieste tra laureati e diplomati. Vediamo anche quali sono le ricerche di Autostrade per l’Italia attualmente in corso.

Per i 1.000 posti previsti con le nuove assunzioni di Autostrade si prevedono nuove entrate anche per diplomati. Ma vediamo quali sono le figure più ricercate. Per il nuovo piano strategico di assunzioni dei prossimi tre anni si prevede l’ingresso di ingegneri; tecnici; operai; addetti autostradali; esattori.

Tutte queste figure saranno utilizzate per l’esecuzione del piano previsto dalla società. Infatti secondo il piano di Autostrade si avvierà un processo avanzato di digitalizzazione attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale che servirà a monitorare costantemente tutta la rete gestita dalla società.

Il monitoraggio avanzato riguarderà principalmente i 1943 ponti e viadotti e si prevede un investimento di 200 milioni di euro per la digitalizzazione cui si aggiungono i 300 milioni per software, hardware e altri beni. Vediamo ora quali sono le ricerche in corso di Autostrade.