Napoli, l’Anm assume: pubblicato il bando per cento nuovi autisti

252

Prova a dare qualche risposta, il trasporto pubblico a Napoli. E di fronte alla penuria di autisti, con gran parte dei dipendenti ben saldi negli uffici, l’Azienda napoletane di mobilità si rivolge al mercato, cercando 100 autisti. L’amministratore Unico di Anm Nicola Pascale ha, infatti, firmato il contratto per l’assunzione a tempo determinato di 100 nuove unità. I lavoratori verranno assunti dalla società di somministrazione vincitrice della gara d’appalto che avvierà da lunedì 28 ottobre le procedure di selezione, che avverranno per titoli ed esami e saranno seguite da una attività di formazione per i candidati idonei.

Al termine di queste fasi, la cui durata prevista è di qualche settimana, i nuovi autisti saranno operativi (quindi, per la fine di novembre) e saranno assegnati ai diversi depositi in modo da migliorare l’offerta di trasporto di superficie in tutte le aree della città. Il provvedimento rientra tra le azioni di miglioramento previste dal piano di concordato di Anm ed è stato specificamente autorizzato dal tribunale.

L’ingresso dei 100 interinali, che avranno un contratto di un anno, è stato deciso per la necessità di aumentare la disponibilità di autisti, con lo scopo di migliorare il servizio ai cittadini. Le ultime assunzioni di autisti risalgono al 2008, quando entrarono in Anm 150 nuovi dipendenti. In quel momento Anm aveva a disposizione circa 1700 autisti, ma nel corso di questi 11 anni, soprattutto con le uscite per i pensionamenti, gli autisti si sono ridotti agli attuali 650. Con l’ingresso dei 100 nuovi autisti sale del 10% il numero degli autobus che l’azienda potrà far circolare contemporaneamente.

La scelta di rivolgersi al mercato degli interinali è dettata dalla condizione societaria di Anm che è in concordato in continuità con procedura in corso dinanzi al Tribunale di Napoli e quindi non può fare assunzioni a tempo indeterminato. Il costante impegno della gestione aziendale negli ultimi due anni ha fatto nettamente migliorare i conti, dando la possibilità, autorizzata dal Tribunale, di investire in un anno tre milioni di euro per migliorare con i nuovi autisti il servizio quotidiano ai cittadini.