Medici Senza Frontiere cerca personale in Italia e all’estero

La ricerca è rivolta a personale medico e non-medico, dotato di competenze tecniche ed esperienza nelle mansioni di riferimento

362

Medici Senza Frontiere offre interessanti opportunità di lavoro e volontariato, sia in Italia che all’estero. Gli interessati a lavorare in MSF possono valutare le ricerche in corso in questo periodo e le posizioni aperte tutto l’anno, pubblicate sul portale Medici senza frontiere lavora con noi.

MSF recluta, durante l’anno, varie figure disposte a lavorare nell’ambito di emergenze sanitarie complesse in diversi Paesi del mondo. I candidati selezionati si trovano ad operare anche in situazioni di guerra o post conflitto, in condizioni dure e spesso rischiose, per portare aiuto alle popolazioni che hanno necessità di cure sanitarie e non possono accedervi. Generalmente la ricerca è rivolta a personale medico e non-medico, dotato di competenze tecniche ed esperienza nelle mansioni di riferimento. Tra i profili richiesti ci sono Medici, Ginecologi, Ostetrici, Psicologi, Logisti e Infermieri. E ancora Ortopedici, Farmacisti, Promotori della salute/Antropologi, Tecnici Biomedicali, Responsabili Risorse Umane / Finanza / Amministrazione e Coordinatori di progetto. Oltre a Epidemiologi, Tecnici di Laboratorio, Chirurghi, Anestesisti, Mediatori Culturali e altre figure.

Per diventare Operatori Umanitari MSF occorre, per lo più, essere disponibili alle partenze con preavviso brevissimo per le situazioni di emergenza. Bisogna avere spirito di squadra ed essere collaborativi, ed essere aperti alle altre culture. E’ preferibile avere pregresse esperienze di lavoro, volontariato o viaggi personali in Africa, Asia, Sud America ed America Centrale. Inoltre è necessario saper resistere anche in situazioni di stress e disagio. E’  richiesto un buon livello di conoscenza della lingua inglese e francese, meglio se anche di altre lingue straniere, in particolare Arabo e Spagnolo. Per ciascuna figura, poi, sono richiesti requisiti specifici legati al ruolo.

Le missioni umanitarie all’estero hanno, solitamente, una durata tra i 6 e i 12 mesi. Il personale viene assunto con contratto di lavoro subordinato  a tempo determinato. Le retribuzioni vengono calcolate sulla base dell’esperienza e della professionalità dei candidati. Per il primo anno di missione, prevedono un salario medio pari a 1.700 Euro lordi al mese, a cui va aggiunta una diaria giornaliera in moneta locale a copertura dei bisogni di base, tra cui il vitto, e il rimborso per le spese di viaggio e le vaccinazioni. L’alloggio, le utenze e l’assicurazione sono a carico di Medici senza frontiere. L’organizzazione copre anche i costi dell’eventuale corso di preparazione – PPD prima della partenza.