Lavoro, Cgil: “Sciopero Trasporti per giusto salario e riforma settore”

144

“Oltre 100mila autoferrotranvieri sono in attesa del rinnovo del proprio contratto di lavoro, scaduto ormai da tre anni. A loro, che continuano a operare tra difficolta’ organizzative e di sicurezza, aumentate a causa dell’emergenza sanitaria, occorre garantire una giusta retribuzione e un futuro lavorativo dignitoso”. Lo sottolinea la segretaria confederale della Cgil, Tania Scacchetti, a sostegno dei lavoratori del trasporto pubblico locale oggi in sciopero. Una mobilitazione proclamata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Fna “per rivendicare un giusto salario, ma anche – prosegue la dirigente sindacale – per chiedere una riforma complessiva che renda il servizio pubblico locale piu’ efficiente e organizzato. Una riforma che, come sottolineato dalle categorie dei trasporti, dovra’ considerare una nuova domanda di mobilita’ e favorire l’unificazione delle oltre 1.200 aziende esistenti per una razionalizzazione e modernizzazione del settore”, conclude Scacchetti.