La Cgil insiste: “La priorità è cancellare il Jobs Act”

281

“La proposta della Cgil è nota: cancellare il Jobs act e varare la Carta universale dei diritti che riconosce stesse tutele e stessi diritti a tutti coloro che lavorano a prescindere dal rapporto”. Lo afferma il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, in un passaggio di una sua lunga intervista a “La Repubblica”. “È necessario -prosegue- ricomporre la frantumazione del lavoro. E oggi siamo di fronte a due nuove sfide epocali: il cambio di paradigma produttivo con la rivoluzione digitale, e la domanda di un diverso modello di sviluppo compatibile con la difesa dell’ambiente”. “Entrambe -argomenta il leader della Cgil- stanno cambiando il modo di produrre e di lavorare. Non è un caso che siano le giovani generazioni a mobilitarsi perché è in gioco il loro futuro”.