Istat: “Costo del lavoro troppo alto frena le assunzioni”

272
Per metà delle imprese italiane il costo del lavoro è troppo elevato e frena l’assunzione di nuove risorse. Secondo il Censimento permanente delle imprese 2019, presentato dall’Istat a Milano, tra i principali ostacoli all’acquisizione di risorse umane un’impresa su due lamenta un costo del lavoro troppo elevato e poco meno di un’impresa sul tre indica l’incertezza sulla sostenibilità futura dei costi delle nuove risorse. Al crescere delle dimensioni delle aziende l’attenzione si sposta verso le difficoltà nel reperimento di personale con adeguate competenze trasversali e, soprattutto, tecniche. Fra le imprese del manifatturiero i settori in cui la difficoltà di reperimento di competenze tecniche è maggiore sono la fabbricazione di macchinari e apparecchiature (un’impresa su due), la fabbricazione di prodotti farmaceutici e di prodotti in metallo.