Infermieri, bando della Protezione civile: 1395 risposte in tutta Italia

207

Milletrecentonovantacinque infermieri e 994 medici. È il contributo della prima linea sanitaria del Lazio all’emergenza nazionale Coronavirus attraverso la risposta al bando della Protezione Civile, pensato in particolar modo per aiutare le regioni del Paese maggiormente colpite dal Covid-19: Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Marche. In tutta Italia alla chiamata hanno risposto, secondo i dati che ha potuto visionare l’agenzia Dire, 6.820 medici e 9.448 infermieri ma la risposta di medici e infermieri laziali e’ stata da primato. Scorrendo i dati regione per regione ci si accorge che il Lazio ha messo in fila tutte le altre in entrambe le categorie. Nella tabella non sono scorporati i numeri relativi a Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Veneto, Valle d’Aosta, Le Province Autonome di Trento e Bolzano e il Friuli Venezia Giulia che, inseriti sotto la voce “Altre Regioni”, hanno cumulato 2.763 medici e 3.775 infermieri. Su quest’ultima categoria, secondo quanto la Dire apprende la fonti qualificate, il contributo proveniente dal Lazio e’ stato comunque il piu’ alto rispetto al dato complessivo nazionale, mentre relativamente ai medici i “candidati” laziali sarebbero di poco inferiori a quelli lombardi. Ecco tutti i numeri regione per regione e ci sono anche 80 proposte dall’estero per gli infermieri. Medici per Covid 19: Lazio 994, Campania 721,Sicilia 561, Puglia 397 Toscana 395, Calabria 223, Sardegna 201, Abruzzo 171, Marche 154, Umbria 124, Basilicata 77, Molise 39, altre regioni 2.763 (totale 6.820). Infermieri per Covid 19: Lazio 1395, Campania 1018, Sicilia 635, Puglia 590, Toscana 543, Sardegna 351, Calabria 335, Marche 262, Abruzzo 187, Umbria 134, Basilicata 93, Molise 50, altre regioni 3.775, estero 80. Totale 9.448.