Ferrovie dello Stato, varato piano di assunzioni 2019-2023

Porterà all’inserimento di oltre 4.000 risorse, tra Macchinisti, Capitreno, Capistazione, Addetti all’Assistenza ai viaggiatori e alla Security, Manutentori e Autisti Autobus

415

Ferrovie dello Stato Italiane SpA è una delle più grandi realtà industriali presenti nel nostro Paese. Opera nella realizzazione di opere e servizi nel trasporto ferroviario, anche con il sistema Alta Velocità. Il Gruppo nasce nel 1905, a seguito della statalizzazione di numerose ferrovie italiane. Diviene società per azioni negli anni ’90, ed oggi opera sotto la guida dell’AD Gianfranco Battisti. FS Italiane gestisce una rete ferroviaria di oltre 24.500 km, su cui circolano quotidianamente più di 10mila treni al giorno. Questi ultimi trasportano una media di 1 miliardo di passeggeri e 50 milioni di tonnellate di merci all’anno. Impiega circa 83mila persone.

Il Gruppo FS è in crescita e ha lanciato un nuovo piano assunzioni per il 2019, che porterà all’inserimento di oltre 4.000 risorse, tra Macchinisti, Capitreno, Capistazione, Addetti all’Assistenza ai viaggiatori e alla Security, Manutentori e Autisti Autobus. Inoltre, sta portando avanti maxi campagna di recruiting per Addetti Manutenzione e Circolazione, che porterà ben 1.100 nuove risorse entro l’anno in RFI, società che gestisce l’infrastruttura ferroviaria nazionale. La società ha anche presentato il Piano Industriale FS per il 2019 – 2023, un programma di sviluppo del Gruppo che porterà alla creazione di 15mila posti di lavoro diretti in 5 anni e di 120mila opportunità di impiego l’anno grazie all’indotto nel prossimo quinquennio.

Tra i profili maggiormente richiesti ci sono Macchinisti, Capi Stazione, Tecnici e Operatori per la manutenzione di rotabili e infrastrutture, e altre figure a carattere tecnico operativo. Durante l’anno, inoltre, vengono aperte le selezioni per altri profili, anche di tipo amministrativo. Al momento, ad esempio, il Gruppo FS ha aperto nuove selezioni per assunzioni in Lombardia eToscana.